martedì 15 ottobre 2013

EdS - Prima Prova: Le Residenze

Pensavate di esservi liberati dell'Housing dopo la tesi? 
Bhe, vi stavate sbagliando: 1 traccia su 3 dell'Esame di Stato riguarda proprio le residenze. 
E' necessario, dunque, prepararsi ad affrontare le più frequenti tipologie abitative.

Le Corbusier, Unités d'Habitation
  • RESIDENZA UNIFAMILIARE: è la tipologia più semplice e che più lascia spazio alla mano del (futuro) architetto. Attenzione a non strafare, però.
  • A SCHIERA: come è noto, si tratta di una serie di abitazioni estensive delle quali la maggior parte ha due lati ciechi. Se il tema riguarda le schiere, sarà utile durante l'Esame di Stato disegnare uno schema aggregativo e approfondire solo un'abitazione tipo.

 Per questa tipologia è necessario fare particolare attenzione alla parte strutturale ed ai giunti tecnici. Non tralasciate i parcheggi di pertinenza e la sistemazione del verde.
  • IN LINEA: sono abitazioni che presentano 2 (raramente più di 2) appartamenti per vano scala e non superano solitamente più di 4 piani. Anche in questo caso è utile disegnare lo schema aggregativo e approfondire solo l'appartamento-tipo. 


Inoltre per le residenze in linea valutare anche attentamente:
    • Collegamenti verticali: ricordate che ogni appartamento deve avere accesso diretto al vano scala e per i gradini vale sempre la regola 2A + P = 62 ÷ 64 ovvero per un interpiano di 3 metri avremmo una scala con circa 18 gradini con pedata 30 cm e alzata 16.5 cm. Fino a 32 metri il vano scala può essere tradizionale, mentre oltre viene imposta una scala a prova di fumo;
    • Parcheggi: per la Tognoli ogni 10 mc di residenze occorrono 1 mq di parcheggio. Il parcheggio tipo ha dimensioni 2,5 x 5 m;
  • A TORRE: come per la schiera sono distribuiti almeno 2 (molto spesso 4 o 6) appartamenti intorno ai collegamenti verticali. Gli appartamenti di solito hanno dimensioni diverse. La caratteristica peculiare delle torri è l'altezza e ciò presuppone un ottimo studio della struttura portante.

  
Per tutte le tipologie valgono alcune considerazioni generali:
  • METRATURE:
    • Monolocale, per 1 o 2 persone: circa 30 mq;
    • Bilocale, fino a 3 persone: circa 45 mq;
    • Trilocale, fino a 4 persone: circa 60 mq;
    • Quadrilocale, fino a 6 persone: circa 90/100 mq;
  • ALTEZZE MINIME
    • Min 2,7 m per soggiorno, pranzo, cucina e camera da letto;
    • Min 2,4 m per corridoi, disimpegni, bagni e ripostigli;
  • DIMENSIONI MINIME (variano a seconda del regolamento edilizio): 
    • Camera singola: 9 mq;
    • Camera doppia: 14 mq;
    • Camera matrimoniale: 12 mq;
    • Soggiorno: 16 mq;
    • Cucina abitabile: 9mq;

Per prepararsi al meglio alla prova grafica dell'esame di stato è necessario provare a disegnare almeno una volta ogni tipologia residenzialePer ridurre i tempi provate a disegnare un prospetto-tipo e declinatelo per ogni tipologia: acquisterete sicurezza e potrete così disegnarlo in tempi record.
Ricordate inoltre che non sarete valutati per la vostra originalità, ma per la coerenza e la fattibilità del vostro progetto. Potete quindi prendere spunto per la distribuzione degli ambienti interni direttamente dal Neufert.

Continuate a seguiteci su Facebook oppure cinguettate con noi su Twitter per gli aggiornamenti!

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Followers

Be ArchiStar Copyright: Don't use photos without permission or in incorrect way. Powered by Blogger.

SUBSCRIBE TO NEWSLETTER

HAI GIA' SOSTENUTO L'ESAME DI STATO?

Archivio blog

Cerca