sabato 18 maggio 2013

Arch Curriculum Vitae

Dopo la laurea, i festeggiamenti e la depressione post-laurea, scrivere il Curriculum Vitae è uno dei primi passi per diventare ArchiStar. 

Sia chiaro fin dall'inizio, il C.V. degli architetti non è lo stesso che preparano avvocati, commercialisti o medici perché noi non comunichiamo solamente con le parole, ma anche e soprattutto con le immagini. Ergo, non sperate di cavarvela con il solito triste standardizzato Europass. Neanche se allegate il portfolio (di almeno 60 MB). 

Ma procediamo con ordine.





Anche i C.V. più classici sono divisi in quattro parti:
  • Dati anagrafici: nome e cognome, cellulare e e-mail sono i dati fondamentali da mettere ben in vista nella parte alta del documento. Solo dopo seguiranno residenza, domicilio, telefono fisso e data di nascita. Infine il vostro sito internet personale e contatti social network.
  • Posizione desiderata: è meglio mettere subito le carte in tavola e indicare cosa volete fare e quali termini siete disposti ad accettare. E' inutile segnalare la vostra disponibilità a svolgere la mansione di addetto alla fotocopiatrice se non siete disposi ad essere inquadrati come semplici assistenti. 
  • Esperienze formative e lavorative: prima di tutto va specificata l'ultima o le ultime esperienze di lavoro e quindi la laurea con il voto e il titolo della tesi.  Successivamente, in ordine cronologico inverso, tutte le vostre esperienze formative e lavorative che pensiate meritino essere citate.
  • Competenze: ovvero, cosa sapete fare? Si può spaziare a tutto tondo, dalle lingue conosciute ai programmi alle competenze comunicative e organizzative. Curate questa parte per mettere in evidenza le vostre potenzialità ma evitate di ripetere le solite frasi fatte.
Tutte queste informazioni andranno condensate in un'unica pagina. Come? Largo alla vostra creatività: potete riprodurre le esperienze lavorative e formative ad una linea temporale oppure graficizzare le competenze e creare audaci infografiche. L'importante è che il vostro C.V. parli di voi, a prescindere delle informazioni che vi sono contenute. Gli esempi in rete sono moltissimi, avete mai provato a cercarli con Zio Google?






Sappiate che non basterà un solo curriculum perché per ogni candidatura è necessario un c.v. ad hoc dove sfronderete o ripescherete informazioni e competenze a seconda del ruolo per cui vi state proponendo. Ad esempio, se puntate ad entrare in uno studio che si interessa anche di grafica, inserite anche la vostra passione per la modellazione 3d, per uno studio che si occupa di yacht design, il vostro brevetto nautico sicuramente vi darà una chance in più.

I prossimi articoli parleranno di infografica e del portfolio
Seguiteci su Facebook oppure cinguettate con noi su Twitter per gli aggiornamenti!

Stay tuned su Be ArchiStar




Archt Curriculum Vitae: how to write an architect CV

After the graduation, the party and the connected depression after them, writing the Curriculum Vitae is the first step if you want to become an ArchtStar.

Obviously, architects CVs are well different from those expected for lawyers, business consultants or doctors, because we, the architects to come, do not express ourselves only by words, but also and especially using images. So do not expect muddling through only with the usual, sad and mass produced Europass. It won’t be enough, even if you attach your portfolio (at least 60MB).

But…let’s start from the beginning.

The most traditional CVs are divided into four parts, like the other kind of CVs:

  • Personal data: surname, first name, mobile phone and e-mail are the essential data you have to make clearly visible on the top of the CV. Then you will write in the residence, domicile, telephone number and birth date. Finally you can include your personal website and social network contacts.
  • Desired employment: the best thing you can do is just to lay your cards on the table, specifying what you would like to do and which are the terms you are inclined to accept. In fact it’s completely meaningless showing your availability to make photocopies, if you’re not disposed to be placed in as a mere assistant.
  • Education, training and work experience: firstly you have to detail the last work experiences, then the degree course mentioning the mark and the title. After that , using a reverse chronological order, write all about training and working experience you believe they deserve to be mentioned.
  • Personal skills and competences: that is to say, what are you able to do? You can write everything you are interested in, from foreign languages and informatics programs up to organizational and social skills and competences. Pay carefully attention to this part in order you can underline the potential you have, but strictly avoid repeating the usual set phrases.

All these data have to be summarized only in one page. How can you do it? Give free rein to your imagination: you can reproduce work experience, education and training with a chronological line or choose for drawing a graph of your skills and competences so that you’ll have a bold figurative effect. The most important thing is that your CV reflects who you are, regardless what are the data you put into. There are so many examples on the Internet… Have you ever tried to search something about on Uncle Google?

Take into consideration that only one curriculum won’t be enough , as you need an ad hoc CV for each candidacy: from time to time you will retrieve or not the data which you consider most suitable for the position you are running for. For example, if you are stepping forward for a job in an architectural firm interested in graphics, do write also about your passion for 3d modeling; for a firm regarding yacht design, your ship’s passport will certainly give you a chance more to succeed.

23 commenti:

  1. Il tuo blog è davvero molto carino complimenti!io sono laureata da 3 anni e ancora non ho mai provato l'esame di stato..magari seguendoti mi verrà la voglia di provarci :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti :) purtroppo senza l'abilitazione siamo molto limitati nell'esercitare la professione di architetti...pensaci quindi, ma in fretta perchè l'iscrizione scade il 24 maggio!!! ;)

      Elimina
  2. Ciao, mi unisco ad Ars City per congratularmi per il CV. Non vorrei sembrare antipatica, me laggendo il testo (oltre ad aver sfogliato le pagine dei motivi per essere archistar :- ) ) ho visto alcuni errori di battitura. Penso che alla quart'ultima riga intendessi dire 'sfodererete' invece che 'sfronderete' ed in merito al brevetto nautico,forse che dara' una 'chance'(=opportunita') in piu' e non una 'change'. Alla prossima, complimenti per simpatico blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia :) Grazie per aver letto e commentato il nostro articolo. Per quanto riguarda le correzioni su 'chance' hai sicuramente ragione (ogni tanto un errore di battitura può capitare), mentre per 'sfronderete' intendiamo proprio il verbo 'sfrondare' che propriamente vuol dire 'eliminare le fronde in eccesso di un albero' mentre in modo figurato vuol dire 'eliminare le parti di testo inutili'. Grazie ancora per le tue utilissime segnalazioni e continua a seguirci! B.A.S.

      Elimina
  3. Ahaha Io non sono del mestiere ma mio fratello sì!!! Gli passerò questo post!!!

    Baci
    Erika

    TheTrendfolio.com

    RispondiElimina
  4. Proprio stamattina ho stampato il C.V. di mio figlio e ho visto che lui,sul primo foglio,sotto la dicitura curriculum vitae ha messo anche una sua foto.

    RispondiElimina
  5. Veramente interssante! Grazie mille!

    RispondiElimina
  6. Non me ne intendo molto di questo campo,ma sembra che scrivere questo C.V sia davvero importante per la buona riuscita di questo lavoro!

    Nicole
    The pink bow
    New post
    http://thepinkfashionbow.blogspot.it/2013/08/cellini-bag-i-love-it.html

    RispondiElimina
  7. Io ancora mi devo laureare :D spero di aprirmi quacosa di mio e di vitare di mandare curriculum a destra e a manca :D



    Passa dal mio blog se ti va ;)

    Aggiungimi su facebook

    Le chat gourmand su fb


    RispondiElimina
  8. Ottimo post

    http://www.cultureandtrend.com/

    RispondiElimina
  9. Io, in questi anni post laurea, mi sono fatta una cultura in quanto a cv, soprattutto all'estero. Il formato europeo non lo sopporto proprio. La cosa più difficile, per me, comunque è proprio essere sintetica e far entrare tutto in una pagina!!!

    RispondiElimina
  10. in bocca al lupo per il blog e per la tua carriera :D farò tesoro dei tuoi suggerimenti :D baci

    ELIZABETH BAILEY BLOG
    BLOGLOVIN
    twitter

    RispondiElimina
  11. Interessante! Anche a noi hanno spiegato come scrivere un curriculum usando soprattutto elementi interattivi come immagini, video-curriculum e inserendo i nostri profili Facebook e Pinterest! :D

    Once Upon a Time..

    RispondiElimina
  12. Molto interessante il tuo post. Non sono né un architetto nè un avvocato ma comunque concordo sul fatto che il curriculum deve essere perfetti, grazie per gli spunti, chissà mi potrebbe portare anche fortuna...

    RispondiElimina
  13. la mia migliore amica è laureanda in architettura, le tornerà utile!

    RispondiElimina
  14. Post davvero interessante e molto utile :)

    RispondiElimina
  15. Da responsabile di uno studio di architettura che riceve parecchi curriculum, suggerisco un bel portfolio: è l'unica parte che viene visionata con interesse. Superato lo scoglio del portfolio si inizia a leggere anche il CV.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Google+ Followers

Be ArchiStar Copyright: Don't use photos without permission or in incorrect way. Powered by Blogger.

SUBSCRIBE TO NEWSLETTER

HAI GIA' SOSTENUTO L'ESAME DI STATO?

Archivio blog

Cerca